Profilo scientifico e professionale ----- (agg. 12/2017)

ROBERTO CANZIANI 

Per il Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio Culturale (già Facoltà di Lettere e Filosofia) dell'Università di Udine, dal 2004 insegna discipline afferenti all'area Spettacolo nei Corsi di Laurea DAMS, sede di Gorizia. Dal 2006 al 2008 è stato coordinatore scientifico del Master PEGES (Progettazione, economia e gestione degli eventi di Spettacolo) istituito presso quell'Ateneo.

E' inoltre docente nel Master di Critica Giornalistica, istituito all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio d'Amico" di Roma, e alla Civica Accademia d'Arte Drammatica "Nico Pepe" di Udine.

E' giornalista iscritto all'Ordine dal 1986, incaricato dal 1992 della rubrica di critica teatrale al quotidiano Il Piccolo di Trieste. E' membro della assemblea redazionale e dell'associazione che pubblica il trimestrale di teatro Hystrio. Scrive inoltre per altre pubblicazioni specializzate, siti web e sul suo blog, QuanteScene! (www.robertocanziani.eu). 

 

--------------------------------------------------
PUBBLICAZIONI NELL'AREA DISCIPLINARE:
Storia del Teatro e dello Spettacolo, Drammaturgia, Organizzazione dello Spettacolo

 E' autore o curatore, da solo o in collaborazione, di diversi volumi e progetti multimediali.

In particolare:

Si occupa di drammaturgia inglese contemporanea, con uno specifico interesse per Harold Pinter.
 Il suo volume, scritto in collaborazione con Gianfranco Capitta, Harold Pinter, un ritratto (Anabasi Editore, Milano 1995) aggiornato in una seconda edizione Harold Pinter. Scena e Potere (Garzanti Editore, 2005) è il primo ritratto biografico apparso in Italia del drammaturgo inglese. Del 1996 è Pinter in campo e controcampo (nel catalogo del Premio Amidei per la sceneggiatura, Gorizia 1996), analisi dell'attività di Pinter sceneggiatore cinematografico. Nel 2009 è stato incaricato dal Centro Nazionali di Studi Pirandelliani della ricerca sui rapporti tra Pirandello e scena inglese. Primo risultato di tale ricerca è il contributo Gran Bretagna, Nei sotterranei di Pinter, con Pirandello, pubblicato negli Atti del 47° congresso (dicembre 2010). E' stato anche sceneggiatore del film per la tv Ritratto di Harold Pinter, con la regia di Roberto Andò, presentato nella sezione Prospettive della Mostra del Cinema di Venezia 1998. Per conto del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia aveva già realizzato nel 1989, assieme a Lorenzo Codelli, il volume Harold Pinter. Teatro e cinema. (I Quaderni, Teatro stabile FVG, Trieste 1989). Nel 2007 ha pubblicato un intervento su Samuel Beckett (Risibile! Ridere con Beckett, ridere di Beckett, atti del convegno “Beckett and Puppet”, Gorizia, settembre 2006)

Ha affrontato i problemi della comunicazione, della promozione dello spettacolo e dell'Audience Development attraverso i media.
 E' autore del volume Comunicare Spettacolo. Teatro, musica, danza, cinema. Tecniche e strategie per l'ufficio stampa (FrancoAngeli Editore, Milano 2005, terza ristampa 2010) [il manuale affronta dal punto di vista didattico e in una prospettiva tecnica e strategica, la gestione di uffici stampa nei settori dello spettacolo dal vivo (teatro, musica, danza) e del cinema. Il testo, adottato in numerosi corsi universitari e di aggiornamento professionale, comprende interviste e contributi di professionisti nel settore della comunicazione e del giornalismo]. Successivi articoli pubblicati in volume e sul web in questo decennio hanno focalizzato il problema dell'Audience Develpoment attraverso i nuovi media.

Si è occupato di Giorgio Strehler, curando per il Comune di Trieste la mostra a lui dedicata in occasione del decennale della scomparsa (1997-2007), e pubblicando contestualmente il volume Strehler privato. Carattere, affetti, passioni (Edizioni Comune di Trieste – Civici Musei Storia e Arte, 2007) in cui, accanto a contributi di altri studiosi e ricercatori, appaiono due suoi saggi: La sindrome di Strehler e Reliquie laiche, illusion comique. Di recente, Strehler, Lezioni di Teatro è un suo progetto di conversazioni pubbliche, promosso e finanziato dal Comune di Trieste- Museo Teatrale C. Schmidl, in occasione del ventennale (2017).

Ha trattato aspetti del rapporto tra drammaturgia italiana classica e scrittura contemporanea.
Ideatore e curatore del progetto Idee per Alfieri, finanziato dal Comune di Asti, ha pubblicato il volume Idee per Alfieri (Asti 2004) [ricognizione sullo stato della drammaturgia alfieriana oggi in Italia, cui si aggiungono i testi e la documentazione del concorso di idee per giovani drammaturghi italiani under 35].

Si è occupato dei nuovi drammaturghi dell'Europa centro-orientale e del rapporto del Friuli Venezia Giulia con la produzione teatrale dell’area Mitteleuropea.
 Pubblicata nel 2001, in volume bilingue, la sua indagine su drammaturgia e scena teatrale della odierna Mitteleuropa, attraverso 10 anni di spettacoli al MittelFest di Cividale, si intitola Scene dell'altra Europa - Scenes from the Other Europe (Leonardo, Udine 2001). E' anche autore di una prefazione alla raccolta di testi teatrali di autori dell'Europa centro-orientale: 1991-2001: dieci anni in Europa: 20 microdrammi (FrancoAngeli, Milano 2001). Nel 2011 è apparso un suo volume (sempre bilingue) dedicato alle 20 edizioni del MittelFest di Cividale (Edizioni Regione Friuli Venezia Giulia, Trieste 2011, una nuova edizione aggiornata è stata realizzata nel 2014). Per questo festival ha pubblicato anche i tre volumi di Trilogia di Mittelfest, complementari al progetto Acqua-Terra-Aria 2014-2017.

Inoltre:

 Negli anni ‘90 ha ideato e avviato la realizzazione di una collana di volumi per conto dell'Associazione per la Prosa di Pordenone, con pubblicazioni annuali su autori, registi e gruppi contemporanei. Sono suoi, in particolare, i primi volumi della collana, dedicati rispettivamente alla drammaturgia della compagnia Laboratorio Teatro Settimo (1995) e al lavoro della compagnia I Magazzini - Sandro Lombardi - Federico Tiezzi (1997), tutti pubblicati da Associazione per la Prosa, Pordenone.

 Ha collaborato alla realizzazione di opere di consultazione e CD-ROM enciclopedici multimediali dedicati allo spettacolo internazionale.

 Per l'Enciclopedia dello Spettacolo del Novecento (Baldini e Castoldi, Milano 1998) ha redatto circa un centinaio di voci su protagonisti (tra i quali Antonin Artaud, Giuliano Scabia, Robert Lepage, Squat Theatre, Performance Group, ecc.) e fenomeni storici (tra i quali Teatro dell'Assurdo, Teatro della Crudeltà, ecc.).

 In occasione del cinquantenario del Piccolo Teatro di Milano ha contribuito ai testi del CD-ROM 50 anni di storia del Piccolo Teatro (Unione dei Teatri d'Europa, 1997) per il quale ha scritto numerose voci biografiche e, in particolare, la voce dedicata a Brecht.

 In ambito accademico, ha scritto un volume sulle teorie della comunicazione scenica (Il dramma e lo spettacolo, percorsi e congiunzioni di semiotica teatrale, Ateneo, Roma 1984). E' suo un contributo sul rapporto tra scrittura e ricezione teatrale in età infantile (Il filosofo e le streghe, appunti su bambino e teatro in Il bambino e le cose, FrancoAngeli, Milano 1993).

 E' autore di centinaia di articoli apparsi, in più quindici anni, sulle principali riviste italiane d'informazione teatrale (Hystrio, PrimaFila, Teatro in Europa, Artò, Il Teatro e il mondo), sulle testate on-line Tuttoteatro.com e Ateatro.it, sulla rivista slovena Maska.

 Su quest'ultima, per il lettore internazionale, ha pubblicato in sloveno una ricognizione sul teatro italiano alle soglie del 2000 (La laguna, ricognizione aerea sulle isole del teatro italiano anni Novanta in Maska, anno IX, 1999).

 Il suo articolo La dieta dello spettacolo (in Teatro da Mangiare, a cura di Massimo Marino, Le Ariette Libri, Bologna 2004) è un'indagine sull'utilizzo del cibo nella drammaturgia e nello spettacolo contemporaneo.

 Altri suoi scritti sono apparsi in cataloghi di manifestazioni, programmi di sala, volumi miscellanei, e in rete.

 

--------------------------------------------------
ATTIVITA' DIDATTICA IN AREA DISCIPLINARE:

Storia dello Spettacolo, Organizzazione e promozione teatrale, Drammaturgia

 Dall’anno accademico 2004-05 al 2015-16 è stato docente a contratto di Storia del Teatro e dello Spettacolo e Storia dello teatro contemporaneo presso il corso di Laurea in DAMS - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo dell'Università di Udine (sede di Gorizia).

 Negli anni accademici dal 2005-06 al 2010-11 è stato docente a contratto di Editoria e Nuovi media per il Teatro presso il corso di Laurea Specialistica in Spettacolo dell'Università di Udine (sede di Gorizia). Lo è anche dal 2017-18 quando l'insegnamento è stato riattivato nel corso di Laurea in Discipline dell'Audiovisivo, dei Media e dello Spettacolo.

 Negli anni accademici 2011-12 e 2016-17 è stato docente a contratto di Economia e Gestione dello Spettacolo  presso il corso di Laurea in DAMS - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo dell'Università di Udine (sede di Gorizia).

 Nell’anno accademico 2006-07 è stato coordinatore scientifico e docente nel Master di primo livello PEGES  (Progettazione, economia e gestione degli Eventi di Spettacolo) istituito presso l’Università di Udine.

 E’ docente all’Accademia D’arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma presso il master di Critica giornalistica (aa.aa. 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018) per il settore Comunicazione, Ufficio Stampa e Nuovi media.

 Dall'anno accademico 2002-03 è docente di Drammaturgia e Analisi del Testo e Caratteri dello spettacolo contemporaneo presso la Civica Accademia d'Arte Drammatica "Nico Pepe" di Udine.

 E’ stato docente incaricato di Storia del teatro e della drammaturgia nei Corsi organizzati dal Teatro Comunale di Monfalcone (Gorizia) e dalla Civica Scuola di Arte Drammatica di Trieste.

 Negli anni accademici 1987-88 e 1988-89 ha  fatto parte dello staff dei Corsi di Formazione Professionale promossi dalla Regione Friuli Venezia Giulia, in qualità di docente di Istituzioni e Storia del teatro e dello spettacolo.

 

--------------------------------------------------
ALTRA ATTIVITA' DIDATTICA E DI FORMAZIONE

 Nel 2017 e nel 2018 è stato incaricato delle lezioni di Editoria per lo spettacolo nel progetto di alternanza scuola-lavoro DigitalStorytellingLab, presso il Liceo Stellini di Udine.

 Per conto di amministrazioni locali (Comune di Monfalcone, Provincia di Trieste, Provincia di Bolzano, Regione Friuli Venezia Giulia) e di organismi privati, nel decennio corrente e in quello passato, ha tenuto corsi specialistici sui linguaggi settoriali, sulle tecniche della divulgazione, sull'approccio attraverso Internet alla comunicazione professionale ("Parlare specialistico, parlare chiaro", "I saperi nella rete", "Flussi informativi interni ed esterni all'azienda"). Nel marzo 2005 ha realizzato uno stage per operatori specializzati sull'utilizzo della tecnologia e delle risorse di Internet nell'ambito del corso Nuovi Media per lo Spettacolo promosso da IRES FVG - Istituto di Ricerche Economiche e Sociali.

 E' invitato da teatri pubblici italiani, teatri privati, istituzioni internazionali a tenere conferenze e corsi, e a collaborare all'organizzazione di convegni su temi di specifica competenza.

 Nel 1982 ha conseguito due abilitazioni e vinto due concorsi a cattedra nelle Scuole secondarie di secondo grado, dove ha insegnato per circa 15 anni.

 
 
--------------------------------------------------
ATTIVITA' EDITORIALE

 Nel 2015 ha avviato il blog di attualità teatrali QuanteScene! per i Blog d'autore dei gruppo La Repubblica; le pubblicazioni proseguono dal 2017 anche sul sito www.robertocanziani.eu.

 Nel 2001, 2002, 2003, 2004, 2006, 2007, ha ideato il progetto editoriale ed è stato responsabile della redazione di BiennaleNews, pubblicazione periodica di informazione del Settore Danza Musica Teatro della Biennale di Venezia, di cui ha curato anche alcuni cataloghi. I più recenti sono quello dedicato al 38. Festival Internazionale del Teatro (luglio 2007), “Goldoni e il nuovo teatro” e quello, in stampa, intitolato “Mediterraneo” (febbraio 2009).

 Negli anni '90 ha fatto parte della redazione del Patalogo, l'annuario del teatro italiano edito da Ubulibri, di cui ha curato sezioni (in particolare, per cinque anni, quella dedicata ai festival italiani e internazionali) e iniziative speciali (per esempio, in occasione del bicentenario di Goldoni). E' membro della giuria di critici teatrali per i Premi Ubu ed è tra i fondatori, oltre che membro della giuria, del Premio alle Arti Sceniche Tuttoteatro.com. E' attivo inoltre nelle giurie dei Premi: Nuove realtà per il teatro, Squeeze.it, Darts.

 Sempre nel decennio scorso, ha redatto e curato cataloghi e programmi di sala per eventi, festival e manifestazioni nazionali ed internazionali. In particolare per Riccione TTVV (manifestazione annuale dedicata al rapporti tra teatro, televisione, videodocumentazione), MittelFest di Cividale (manifestazione dedicata al teatro e alla musica del CentroEuropa) e per il Teatro Nazionale Sloveno Drama di Ljubljana.

--------------------------------------------------
ATTIVITA' GIORNALISTICA

 Da più di 30 anni si occupa di spettacoli, cultura e libri di teatro sulle pagine del quotidiano di Trieste Il Piccolo. Dal 1992 è incaricato della rubrica di critica teatrale e scrive recensioni dall'Italia e dall'estero, interviste, servizi speciali.

 Ha collaborato e continua a collaborare con le principali riviste italiane d'informazione teatrale (Hystrio, Venezia Musica, Il Teatro e il Mondo, tra quelle attualmente in stampa, oltre a ad Artò, Teatro in Europa, PrimaFila), le testate on-line Tuttoteatro.com, Ateatro.it, La differenza e la rivista slovena Maska.

 Dalla metà degli anni '80 collabora con la RAI, sia per i programmi nazionali che per quelli regionali. Per RAI RadioTre è stato conduttore, ospite o esperto di teatro in programmi a diffusione nazionale (RadioTre Suite, Teatri sonori, Scaffale…) e regionale.

 Per la stessa rete, ha ideato trasmissioni in occasione di rappresentazioni teatrali e musicali  e i collegamenti di Tournée, trasmissione giornaliera da città e teatri d'Italia, nell'estate 2000 e 2001, di cui è stato anche conduttore. Per RAI-Sat ha preparato introduzioni e approfondimenti sugli autori e gli spettacoli trasmessi.

 

--------------------------------------------------
ATTIVITA' DI PROGETTAZIONE MANIFESTAZIONI E EVENTI

 Nel 2003 e nel 2004, è stato co-responsabile del progetto e delle scelte artistiche del festival AstiTeatro (edizioni 25 e 26), promosso dal Comune di Asti e dedicato alla contemporanea drammaturgia italiana e internazionale, con un cartellone di produzione e ospitalità di una trentina di spettacoli.

 Ha ideato, progettato e curato la mostra “Strehler privato. Carattere, affetti, passioni” (14 dicembre 2007 – 2 marzo 2008) promossa il Comune di Trieste – Assessorato alla Cultura – Civico Museo Teatrale in occasione del decennale della scomparsa di Giorgio Strehler. L’esposizione è accompagnata da un volume con lo stesso titolo.

 Ha ideato, progettato e curato la manifestazione “Living Things, formati classici e contemporanei per Harold Pinter”, realizzata nel dicembre 2009 da CSS_Teatro stabile d’innovazione del FVG, nella quale venivano realizzati presentati, in prima italiana, dieci nuovi spettacoli su testi del drammaturgo scomparso nel 2008.

 Ha ideato, progettato e curato l’iniziativa “Il cielo sopra il teatro”, realizzata nel dicembre 2010 dal Teatro Nuovo Giovanni da Udine, e incentrata sulle tematiche del teatro post-drammatico.

Ha ideato e condotto La Scuola dello Sguardo, una serie di lezioni+visioni per la formazione del publico, svolte nel 2017-2018 all'interno del progetto Dialoghi. Residenze delle arti performative a Villa Manin (ERPaC_ente regionale per il patrimonio culturale del FVG e CSS_Teatro stabile d’innovazione del FVG).

 

(profilo aggiornato: 12/2017)

Tipo Informazione: