Curriculum vitae et studiorum

Paola Beraldo è nata a Ferrara il 23 giugno 1965. Nel 1990 ha conseguito la laurea in Scienze della Produzione Animale (punteggio di 106/110) presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Udine, discutendo con il prof. Adalberto Falaschini la tesi sperimentale “La nutrizione azotata della scrofa in lattazione: esperienze sull’impiego di diete a basso livello proteico e/o aminoacidico” e con il prof. Mario Pietrobelli la tesina sperimentale “Strongilosi gastro-intestinali: osservazioni in vitelle e manze all’alpeggio”. Dal 1991 consulente scientifico per il CIL, presso l’Area di Padriciano e dal dicembre dello stesso anno collaboratore esterno presso il Dipartimento di Scienze della Produzione Animale dell’Università di Udine. Nel 1992 le è stata assegnata una borsa di studio triennale della Regione Friuli Venezia-Giulia (decreto n. 1206), per lo svolgimento di attività di ricerca inerente l’acquacoltura presso lo stesso Dipartimento. Nel 1998 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Acquacoltura presso l’Università degli Studi di Firenze, sostenendo l’esame in data 3 giugno 1998, discutendo la tesi dal titolo “Relazione tra nutrizione e qualità in larve di Teleostei marini, con particolare riferimento all’orata (Sparus aurata)”. Durante il periodo di dottorato ha trascorso 5 mesi (aprile-agosto 1996) presso il Laboratorio dell’Equipe Larvaire del dr. P. Bergot della Station d’Hydrobiologie dell’INRA a Saint-Pée-sur-Nivelle (Francia).
Nel 1998 è stata assunta a tempo determinato con la qualifica di collaboratore tecnico, VII q.f. (area funzionale tecnico-scientifica e socio-sanitaria), presso l’Unità di Patologia Generale e Ittiopatologia, Dipartimento di Scienze della Produzione Animale dell’Università degli Studi di Udine, per svolgere analisi e ricerche nell’ambito della convenzione stipulata con l’allevamento Panittica Pugliese s.r.l., aventi per oggetto il monitoraggio e la valutazione anatomoistopatologica di campioni di pesce.
Dal 1998 al 2004 è stata assegnista di ricerca presso l’Unità di Patologia Generale e Ittiopatologia del Dipartimento di Scienze della Produzione Animale dell’Università degli Studi di Udine con il prof. Marco Galeotti, dove si è occupata di Patologia degli stadi larvali di teleostei marini (Sparus aurata e Dicentrarchus labrax), di malattie delle specie ittiche allevate (es. streptococcosi e fotobatteriosi) e del servizio di diagnostica conto terzi per le specie ittiche. Nel corso di tale periodo ha frequentato il laboratorio del Pathobiology Department of National Center for Mariculture sotto la supervisione del dr Angelo Colorni (Ph.D., Senior Scientist), presso Israel Oceanographic & Limnological Research LTD (Eilat, Israele) (periodo gennaio-febbraio 2000).
Nell’ottobre del 2004 è risultata vincitrice, presso l’Università di Udine di un concorso per ricercatore in Parassitologia e Malattie parassitarie (presa di servizio 1/04/05), dal 2008 ricopre il ruolo di ricercatore confermato.
P. Beraldo è autore o co-autore di 40 lavori su riviste internazionali e nazionali, la maggior parte delle quali con impact factor, di capitoli in 2 monografie e di 76 abstracts di congresso internazionali/nazionali. Inoltre è revisore per la rivista nazionale Ittiopatologia, saltuariamente per Aquaculture, Diseases of Aquatic Organisms e Turkish Journal of Fisheries, Aquatic Biologogy and Aquatic Sciences.
Dal 2004 è membro del Comitato Direttivo della Società Italiana di Ittiopatologia (SIPI), all’interno del quale ha ricoperto la carica di Vice-Presidente e di Segretario.
Dal 1995 è stata componente del Comitato Organizzatore e Scientifico o organizzatore locale di congressi internazionali e nazionali: XI Congresso Nazionale ASPA (1995); Conferenza Internazionale Acquacoltura “Where is a aquaculture going in Southern Europe?” (2001); Workshop “Recent findings on the development of new vaccines against fish pasteurellosis” (2002); 13th International Conference of the EAFP on “Diseases of Fish and Shellfish” (2007); LXIII Convegno SISVET (2009); XVIII Convegno della Società Italiana di Patologia Ittica a Udine (2012).
ATTIVITÀ DI DIDATTICA
Attualmente insegna Parassitologia e malattie parassitarie (6CFU), modulo del corso integrato Igiene veterinaria nel corso di laurea triennale Allevamento e Salute Animale (polo Scientifico), Antropozoonosi parassitarie (1 CFU), modulo del corso integrato di Metodologie diagnostiche di microbiologia e virologia nel corso di laurea triennale in Tecniche di laboratorio biomedico (Polo Medico).
In passato ha ricoperto il ruolo di professore a contratto per gli insegnamenti nell’ambito del settore disciplinare VET/06 per le Facoltà di Medicina Veterinaria e Medicina e Chirurgia e per l’insegnamento di Laboratorio di ittiopatologia per la Facoltà di Medicina Veterinaria.
Corsi ed esercitazioni tenuti ciclicamente
Supplenza per l'insegnamento di “Malattie parassitarie degli organismi acquatici” (40 ore), nell’ambito del corso integrato di Ittiopatologia e Igiene II, nell'ambito della Scuola di Specializzazione in “Allevamento, igiene, patologia delle specie acquatiche e controllo dei prodotti derivati”, presso Università di Udine.
Corsi tenuti all’estero
“Parasitology applied to meat inspection”, ciclo di lezioni (25 ore/anno) tenute presso l'Università degli Studi di Yaoundé I (Camerun), nell’ambito del corso specialistico per laureati in “FOOD SAFETY OF ANIMAL PRODUCTS”, finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, L. R. n. 19/2000 “Interventi per la promozione, a livello regionale e locale, delle attività di cooperazione allo sviluppo e partenariato internazionale”. Durata triennale (2006-2008).
Altri ruoli
Dal 1997 è stata correlatore e relatore rispettivamente di 20 e 39 tesi si laurea triennale, magistrale e specialistica; inoltre è stata componente del collegio dei docenti del Dottorato in discipline anatomo-istopatologiche veterinarie dell’Università di Bologna (Coordinatore Prof. P.S. Marcato) e della commissione per l’esame finale della Scuola di Dottorato di Ricerca in Scienze Veterinarie.
Tutor accademico per tirocini presso aziende e/o ambulatori veterinari, per le attività previste nel piano di studi degli studenti della laurea triennale Allevamento e Salute Animale.
Settori di ricerca
Studi ecoparassitologici su fauna in cattività presso parchi zoologici o in libertà (capriolo, gatto selvatico, sciacallo, conghiale, lupo, orso) nell'ambito di convenzioni o attività di collaborazione con province, riserve di caccia, parchi e Museo di Storia Naturale di Udine.
Studi anatomoatologici su malattie delle specie ittiche allevate, quali fotobatteriosi, enteromissosi, Red Mark syndrome, etc.; studi istologici comparativi in prove sperimentali di alimentazione in specie ittiche allevate (branzino e orata), nell’ambito di progetti di ricerca delle Sezioni di Patologia Veterinaria e Acquacoltura, e/o aziende mangimistiche e allevamenti ittiogenici finalizzati alla valutazione degli effetti sull’apparato digerente di nuovi alimenti, nutraceutici e alla condizione sanitaria.

PROGETTI IN CORSO

ParaFishControl, progetto di 5 anni finanziato Horizon2020, iniziato nel 2015

PerformFish, progetto di 5 anni finanziato Horizon2020, iniziato 2017

ALTRE ATTIVITA'
Attività diagnostica conto terzi per il settore ittico, servizio reso disponibile per gli allevamenti, rivenditori e/o privati e realizzato presso i laboratori della Sezione Patologia Veterinaria. Il servizio diagnostico prevede gli esami macroscopico dettagliato associato all’esame parassitologico a fresco e batteriologico, istopatologico, immunoistochimico e, più raramente, ultrastrutturale. Quest’ attività ha un duplice vantaggio: autofinanzia ricerche su piccola scala e rappresenta una fondamentale fonte di casistica patologica, essenziale per l’acquisizione di conoscenza in materia di patologia ittica. La casistica derivata dall’attività diagnostica ha consentito diverse pubblicazioni o presentazioni a congresso, e, inoltre, fornisce continui spunti per attività di ricerca.