PROPOSTA TESI → Dicembre 2016 Social Media e turismo religioso. Una analisi economico-manageriale

All’interno del settore turistico, il turismo religioso è uno dei fenomeni più interessanti e rilevanti a livello economico e sociale.

I numeri sono piuttosto chiari: il turismo religioso viene considerato come alla base delle più grandi aggregazioni turistiche mondiali (UN World Tourism Organization Report, 2013). Oltre ad una rilevanza sociologica conclamata (una delle più antiche forme di turismo, si veda Rinschiede, 1992), il turismo religioso presenta una significativa connotazione economica: ogni anno, più di 300 milioni di persone viaggiano alla volta dei più importanti siti religiosi mondiali, alimentando un’industria del valore superiore ai 18 miliardi di Dollari.

La rilevanza del fenomeno ha attratto un’attenzione crescente da parte della ricerca scientifica (si vedano Shinde, 2008; Nyaupane & Budruk, 2009; Nyaupane et al, 2015). In particolare, le discipline manageriali vedono in questo fenomeno un interessante contesto di ricerca: da un punto di vista prettamente scientifico-accademico, poiché permette una riflessione approfondita sulle dinamiche valoriali religiose (es. il confronto sacro/profano; il confronto pellegrino/turista) nei fenomeni di consumo; da un punto di vista operativo (pratico), per le implicazioni, in termini di marketing e management, utili agli operatori di settore (es. strumenti, tecniche, rilevanze empiriche volte ad influenzare le motivazioni ed i comportamenti di consumo).

Una recente disamina della letteratura esistente (Moretti, Mason, Raggiotto, 2016) rende evidente come siano necessari altri sforzi di ricerca accademica e professionale, al fine di sviluppare un quadro integrato sul tema. In questo senso, appare essenziale applicare le tecniche, gli strumenti, i metodi di ricerca utilizzati in altri ambiti di consumo allo specifico contesto del turismo religioso.

 

La presente proposta si inserisce quindi in questo flow di ricerca, focalizzandosi sul ruolo dei Social Media all’interno del processo motivazionale di consumo nel turismo religioso.

L’elaborato si focalizzerà sulle motivazioni di consumo nel turismo religioso, attraverso un’analisi descrittiva dei social media presenti -legati maggiormente- al turismo religioso.

 

Obiettivi di ricerca:

§  identificazione delle località/siti in Italia maggiormente visitati (leader) nel settore del turismo religioso (es. destinazioni finali di pellegrinaggi);

§  identificazione e descrizione della presenza “social” (es. pagine social ufficiali, gruppi social) delle organizzazioni operanti nell’offerta (gestione) di servizi connessi con il turismo religioso nelle località identificate al punto precedente nonché delle altre soggettività (soggetti singoli e/o gruppi) che operano come soggetti social su tale destinazione (es. pagine di fan autonome, pagine di gruppi di turismo religioso che hanno la destinazione come propria oggetto di attenzione);

§  identificazione e descrizione delle motivazioni e dei criteri di customer satisfaction presenti nelle analisi relative al turismo religioso;

§  analisi dei testi presenti nei canali social identificati precedentemente attraverso strumento software (T-lab) (una formazione sull’uso di T-lab da parte di un rappresentante del gruppo di ricerca è prevista) per la identificazione delle motivazioni e degli elementi di customer satisfaction presenti;

§  rappresentazione integrata delle motivazioni e degli elementi di customer satisfaction maggiormente presente e connessione di tale rappresentazione con le risultanze presenti in letteratura.

 

Metodi di ricerca

§  analisi della letteratura di riferimento

§  analisi dati secondati con azioni sul web

§  utilizzo di T-lab per analisi dei testi social

 

Principali risultati

Rappresentazione comparativa della presenza “social” delle organizzazioni leader nel turismo religioso italiane.

Rilevazione ed analisi interpretativa delle motivazioni e dei criteri di customer satisfaction, comunicate attraverso i social, del turismo religioso in Italia.

 

Fasi della ricerca

1. (Dicembre-Gennaio ‘17) -Identificazione delle località/siti in Italia maggiormente visitati (leader) nel settore del turismo religioso; in questa fase verranno inoltre identificati i maggiori player di mercato;

2. (Gennaio-Febbraio ‘17) - Identificazione dei principali canali Social legati alle realtà turistico-religiose (es. pagine ufficiali di località/tour operator specializzati), e della loro rilevanza nei confronti dei consumatori di riferimento;

3. (Marzo-Aprile ’17) - Sviluppo analisi testuale su campioni (ad esempio, post o commenti degli utenti) opportunamente selezionati;

4. (Aprile-Maggio 17) - Stesura elaborato finale (sviluppo review della letteratura e framework teorico di riferimento).

 

Team di ricerca

v\:* {behavior:url(#default#VML);}
o\:* {behavior:url(#default#VML);}
w\:* {behavior:url(#default#VML);}
.shape {behavior:url(#default#VML);}

0
0
1
710
4053
Università degli Studi di Udine
33
9
4754
14.0

Normal
0

14

false
false
false

IT
JA
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:"Times New Roman";}

Andrea Moretti; Michela Cesarina Mason; Francesco Raggiotto